Televisori 43 pollici

Prodotti trovati: 170 Filtra risultati

Produttore

Prezzo

52
78
30
9
1

Tipologia HD

Tecnologia display

Dimensioni schermo 1

Risoluzione del display

Quantità porte HDMI

Smart TV

Potenza degli altoparlanti


Guida all’acquisto TV 43 pollici

Nonostante i produttori di televisori negli ultimi anni le stanno proponendo sempre più grandi, i TV da 43 pollici sono sempre tra i più richiesti. Il motivo è che questa dimensione è perfetta per chi vuole un apparecchio di grandezza adeguata, ma che non ingombri tutta la parete e, soprattutto, senza sborsare un capitale. Infatti, i TV da 43 pollici offrono un buon rapporto qualità prezzo, ma vediamo nel dettaglio le dimensioni di questo schermo.

Dimensioni TV 43 pollici

I televisori e le loro dimensioni si misurano basandosi sulla diagonale e vengono solitamente, espresse in pollici. La conversione in centimetri è abbastanza semplice, basti pensare che un pollice corrisponde a 2,54 centimetri. Stando a queste misure, dunque, un televisore da 43 pollici ha una diagonale di 108 centimetri. La dimensione perfetta, inoltre, va scelta anche in base a un altro fattore, ovvero la distanza ottimale. Per un televisore da 43 pollici la distanza di visione consigliata varia in base alle caratteristiche: per una risoluzione in 4K la distanza ottimale è di 1,6 m, mentre per una risoluzione HD è di 2,7 m. Si tratta, dunque, di modelli molto versatili che si adattano bene a diverse stanze, come un salotto non molto grande, la camera da letto e anche la camera dei propri figli.

Dove posizionare un televisore da 43 pollici?

La parete ideale per poter collegare il proprio TV è quella perpendicolare alla finestra, in quanto avrebbe minori riflessi rispetto alle altre. Inoltre, sarebbe opportuno, per evitare cavi a vista, posizionare il televisore quanto più vicino possibile a una presa elettrica. Il TV deve essere collocato su una superficie piana e stabile e proprio per questa ragione, molti modelli presentano una base standard variabile, in modo tale che si adatti al meglio al mobile TV o consolle. Anche l'altezza è importante: se si è soliti guardare la televisione seduti sul divano bisogna tenere presente che il bordo inferiore deve essere all'altezza degli occhi per avere una visione migliore. Generalmente, i mobili per televisori tengono conto di questa regola, ma effettuare un ulteriore controllo non guasta. Per una soluzione più pratica ed elegante, in alternativa, è possibile appendere il TV alla parete servendosi di un supporto apposito. Quest'ultima scelta è particolarmente indicata se si hanno dei bambini piccoli in casa.

Come scegliere il miglior TV da 43 pollici?

Una volta orientati sulla dimensione giusta da scegliere per la proprie necessità, è molto importante riconoscere le varie caratteristiche in quanto sul mercato ci sono tantissimi modelli ed è fondamentale non entrare in confusione.

1. Risoluzione

Uno dei primi aspetti da tenere in considerazione prima dell'acquisto è la risoluzione, qual è la migliore per un televisore da 43 pollici? Per questa dimensione la risoluzione perfetta è 4K Ultra HD, ovvero quella di 3840x2160 pixel, che è anche la più elevata disponibile. Spesso associata alla risoluzione 4K si trova anche l'acronimo HDR che è da tenere in considerazione. Infatti, se il 4K migliora l'immagine, la tecnologia HDR è in grado di perfezionarne la qualità, ampliando la luminosità e la gamma dei colori. Tuttavia, per godere a pieno di questa risoluzione è necessario avere un abbonamento a piattaforme streaming come Netflix, Sky, Prime Video, ecc, che propongono diversi contenuti in questa risoluzione. Per quanto riguarda i canali generalisti, quelli del digitale terrestre, è raro che propongano trasmissioni in 4K o addrittura in 4K HDR.

2. Funzionalità smart

Al giorno d'oggi quasi tutti i televisori dispongono della funzionalità smart, tuttavia è sempre bene cercarla nella scheda dell'apparecchio prima dell'acquisto per assicurarsi della sua presenza. Questa caratteristica permette al TV di collegarsi a internet e scaricare diverse applicazioni come Netflix, YouTube, Prime Video, Disney+, NOW TV, ecc. Anche in questo caso, però, bisogna prestare molta attenzione, poiché dietro alla gestione di una Smart TV c'è sempre un sistema operativo. Quest'ultimo può avere compatibilità differenti, non è detto che permetta di scaricare le app desiderate, quindi è sempre meglio informarsi prima.

3. Retroilluminazione

Rispetto al tipo di risoluzione, quello che riguarda la retroilluminazione è un discorso un po' più complesso. Attualmente, infatti, sul mercato esistono diversi sistemi sviluppati dai produttori che garantiscono soluzioni visive differenti, ma quale retroilluminazione scegliere per un televisore da 43 pollici? Per una buona qualità visiva è necessario scegliere almeno un pannello con retroilluminazione a LED, mentre sono da evitare quelli LCD. Se, invece, si vuole puntare ad un apparecchio di ottima qualità e avere una visione sensazionale, allora bisogna optare per i sistemi QLED, OLED o ULED.

4. Audio

La definizione e la tecnologia in un televisore sono importanti, ma lo è altrettanto anche la qualità audio. Basti pensare a come sarebbe guardare un film con delle fantastiche immagini, ma che si sente piuttosto male. Con un suono perfetto, invece, l'esperienza di visione sarebbe ancora migliore. Bisognerebbe avere a disposizione un impianto surround, ma qualora non fosse possibile, anche costoso, è importante valutare bene gli altoparlanti dell'apparecchio. Tra le caratteristiche a cui prestare particolarmente attenzione vi sono i bassi, gli alti, il parlato e l'ampiezza e la profondità del suono.

5. Ingressi

Da non dimenticare assolutamente prima di effettuare l'acquisto è verificare la quantità e la tipologia di ingressi. Questi ultimi, infatti, permettono di collegare all'apparecchio diversi dispositivi, ma vediamo meglio quali sono:

  • HDMI, permette di visualizzare immagini ad alta definizione ed è fondamentale per connettere consolle di gioco, lettore Blu-ray, computer ed eventuale soundbar
  • presa scart o VGA, utili per collegare il lettore DVD
  • component, per le periferiche analogiche
  • USB, per connettere eventuali prese USB

6. Decoder

Nella scelta di un nuovo TV è molto importante assicurarsi che sia dotato di DVB-T2. Questo perché, a cominciare dal 2021 è già iniziata la transizione per vedere i programmi solo con la nuova ricezione. A partire da fine giugno 2022, poi, il nuovo digitale sarà supportato solo dai nuovi dispositivi. Pertanto, qualora il modello non lo avesse bisognerà acquistare un ricevitore digitale terrestre a parte o comprare un nuovo televisore.