Spremiagrumi, non sono tutti uguali! Guida alla scelta

by Prezzolandia |

Non è solo una questione di prezzo! Per scegliere un buon spremiagrumi, bisogna valutare diversi fattori importanti che condizioneranno l’utilizzo futuro di questo prezioso strumento.

Prima di tutto, è da capire se si è alla ricerca di uno manuale oppure di uno elettrico, di ultima generazione. Certamente la scelta migliore ricadrebbe sulla seconda categoria, essendo ormai di facile reperimento sul mercato a costi altamente competitivi. Ce ne sono diversi modelli, di diversi brand e con diverse caratteristiche, che possono incrementare la facilità d’uso del mezzo.

Uno spremiagrumi, inoltre, può essere scelto anche per delle qualità particolari nel design. Tutto dipende dalla sensibilità del singolo acquirente e dai gusti personali. Dove verrà riposto lo spremiagrumi? Quanto spazio dovrebbe occupare? Quante volte in media viene utilizzato? Quanto tempo richiede per preparare una spremuta? Insomma, prima di acquistarne uno, è necessario rispondere a certe domande di base.

Come scegliere il migliore?

Il tempo e la quantità sono i primi fattori di scelta di uno spremiagrumi. Se si preparano molte spremute per tante persone, si avrà bisogno di un modello con una potenza elevata e una caraffa con ampia capienza. Un buon spremiagrumi è dotato di doppia rotazione e una potenza al di sopra delle 20 Watt, in modo da agevolare la facilità d’uso e si evita di fare molta pressione con le mani. Esistono modelli che sono dotati di una leva per evitare di affaticare mani e polsi.

Lo spazio è anch’esso rilevante ai fini della scelta d’acquisto, poiché dipende da dove bisogna posizionarlo e riporlo una volta finito l’utilizzo. In genere la potenza è in relazione con lo spazio, nel senso che le dimensioni dell’apparecchio variano spesso in base proprio alla sua potenza. In genere uno spremiagrumi non è molto voluminoso o pesante. Questo cambia, però, con i modelli che sono anche centrifuga. Restando nell’ambito del semplice spremiagrumi, da valutare sono le dimensioni effettive dello strumento e anche una caratteristica che si rivela importante, ossia la presenza di un avvolgicavo integrato per evitare che il filo di corrente si disperda in giro.

Le caratteristiche particolari dei migliori spremiagrumi

Dalle caratteristiche più generiche e basilari, si può procede a valutare quelle più particolari come la caduta della spremuta nel bicchiere. Molti modelli di fascia alta hanno questa peculiarità, ossia permettono di filtrare direttamente al loro interno il succo prima che finisca nel bicchiere. Basta posizionare il bicchiere ai piedi dell’elettrodomestico e questo può ricevere il succo, spremuto e filtrato da un colino interno, direttamente dal beccuccio. Inoltre, spesso il colino interno è regolabile, permettendo così di poter scegliere l’intensità della polpa. Dunque, la griglia regolabile è certamente un vantaggio, anche nei modelli a caduta libera.

Altra caratteristica molto importante è la stabilità. Solitamente gli spremiagrumi sono stabili grazie alla loro forma compatta, ma i modelli che tendono a svilupparsi verso l’alto potrebbero avere bisogno di piedini in gomma per restare più saldi.

Ricapitolando, i fattori da valutare nella scelta di acquisto sono: la potenza, le dimensioni, l’integrità, la stabilità, la custodia del cavo, la griglia regolabile interna. Dunque, non bisogna spendere cifre esorbitanti, ma basta semplicemente scegliere il miglior articolo al prezzo che si vuole spendere. Il consiglio generale è di cercare online dove si trovano le offerte più vantaggiose, come su Prezzolandia dove puoi cercare lo spremiagrumi di cui hai bisogno, comparando tra diversi modelli e promozioni del momento.